Il concetto di variabile è fondamentale per lo sviluppo degli algoritmi e del software. Usando le variabili è possibile memorizzare dati importanti per la corretta evoluzione degli algoritmi e quindi per la risoluzione dei problemi.

Una variabile è un oggetto presente nella memoria che permette di memorizzare un dato di un certo tipo.

Le variabili possono essere immaginate come dei cassetti all’interno dei quali l’utente può salvare qualcosa di utile.

Esistono vari tipi di variabile:

  • intero
  • reale
  • stringa
  • booleano ecc.

Per creare una nuova variabile in Scratch è necessario andare nella sezione Variabili dell’ambiente di sviluppo:

Dichiarare una variabile

L’operazione di dichiarazione permette di creare una variabile che potrà poi essere utilizzata dallo sviluppatore. Procediamo ora a dichiarare una variabile chiamata numero cliccando su crea variabile:

Nel momento in cui dichiariamo la variabile possiamo specificare se è globale (cioè ha validità per tutti gli Sprite e quindi tutti possono leggerla, scriverla e modificarla) oppure è locale ovvero ha validità solo per lo Sprite attualmente selezionato. Nel nostro esempio dichiariamo una variabile globale.

Una volta dichiarata la variabile (il nostro magico cassetto :)) è visibile nello stage ed è vuota:

Assegnare un valore ad una variabile

Assegnare un valore ad una variabile significa memorizzarlo all’interno di essa; sarà quindi possibile accedere alla variabile e utilizzare il valore. Per assegnare un valore ad una variabile è necessario utilizzare il blocco porta:

Nell’esempio viene memorizzato il valore 10 in una variabile chiamata numero e in seguito, viene stampato trascinandola nel blocco dire.

Esercizio 1

Crea due variabili chiamate “a” e “b” e memorizza all’interno di esse i valori 5 e 25. Infine stampa i valori delle due variabili:

Vai a Gestione dell’input in Scratch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.